Raggio di Luce Attiva | 144000raggidiluceattiva

LITURGIA DELLA PAROLA Colore liturgico: viola

PRIMA LETTURA

Isaia 63,16b-17.19b; 64,2-7

SE TU SQUARCIASSI I CIELI E SCENDESSI

dal libro del Profeta Isaia

Tu, Signore, sei nostro Padre, da sempre Ti chiami nostro Redentore. Perché, Signore, ci lasci vagare lontano dalle Tue vie e lasci indurire il nostro cuore, così che non Ti tema?

Ritorna per amore dei Tuoi servi, per amore delle tribù, Tua eredità. Se Tu squarciassi i cieli e scendessi! Davanti a Te sussulterebbero i monti. Quando Tu compivi cose terribili che non attendevamo, Tu scendesti e davanti a Te sussultarono i monti.

Mai si udì parlare da tempi lontani, orecchio non ha sentito, occhio non ha visto che un Dio, fuori di Te, abbia fatto tanto per chi confida in Lui.

Tu vai incontro a quelli che praticano con gioia la giustizia e si ricordano delle Tue vie. Ecco, Tu sei adirato perché abbiamo peccato contro di Te da lungo tempo e siamo stati ribelli.

Siamo divenuti come una cosa impura, e come panno immondo sono tutti i nostri atti di giustizia; tutti siamo avvizziti come foglie, le nostre iniquità ci hanno portato via come il vento.

Nessuno invoca il Tuo nome, nessuno si risvegliava per stringersi a Te; perché Tu avevi nascosto da noi il Tuo volto, ci avevi messo in balia della nostra iniquità.

Ma, Signore, Tu sei nostro Padre, noi siamo argilla e Tu colui che ci plasma, tutti noi siamo opera delle Tue mani.

Raggio di Luce Attiva | 144000raggidiluceattiva

PAROLA DI DIO Rendiamo grazie a Dio

SECONDA LETTURA

1Corìnzi 1,3-9

ASPETTIAMO LA MANIFESTAZIONE DEL SIGNORE NOSTRO GESÙ CRISTO

Dalla prima lettera di San Paolo Apostolo ai Corìnzi.

Fratelli, grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo!

rendo grazie continuamente al mio Dio per voi, a motivo della grazia di Dio che vi è stata data in Cristo Gesù, perché in Lui siete stati arricchiti di tutti i doni, quelli della parola e quelli della conoscenza.

La testimonianza di Cristo si è stabilita tra di voi così saldamente che non manca più alcun carisma a voi, che aspettate la manifestazione del Signore nostro Gesù Cristo.

Egli vi renderà saldi sino alla fine, irreprensibili nel giorno del Signore nostro Gesù Cristo.

Degno di fede è Dio, dal quale siete stati chiamati alla comunione con il Figlio Suo Gesù Cristo, Signore nostro!

Raggio di Luce Attiva | 144000raggidiluceattiva

PAROLA DI DIO Rendiamo grazie a Dio

VANGELO

Dal Vangelo di San Marco Apostolo 13, 33-37

VEGLIATE: NON SAPETE QUANDO IL PADRONE DI CASA RITORNERÀ

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare.

Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; fate in modo che, giungendo all’improvviso, non vi trovi addormentati.

Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!

Raggio di Luce Attiva | 144000raggidiluceattiva

PAROLA DEL SIGNORE Lode a Te, o Cristo.

MEDITAZIONE

MI FIDO DI TE!

La prima lettura, tratta dal libro del Profeta Isaìa, apre il tempo dell’Avvento con parole cariche di nostalgia: <<Se Tu squarciassi i cieli e scendessi>>. È stato questo grido di tante generazioni che hanno chiuso i loro occhi nella speranza di vedere il giorno del Signore. Ma il Signore ha risposto alle attese dell’uomo facendo di più: non solo ha squarciato i cieli ed è sceso, ma si è fatto uno di noi, vive come uno di noi, piange come noi, sorride come noi, celebra le nostre feste, accarezza i nostri bambini, piange i nostri morti; la sua casa è tra le nostre case, parla la nostra lingua, ci insegna la verità, è un Maestro.

Gesù ci dice: <<voi non sapete!. Chi non sa, assuma un atteggiamento umile. Chi non sa, deve predisporsi ad imparare. Quelli che sanno sempre tutto non hanno bisogno di un maestro>>.

Gesù invece è proprio questo: Maestro di Vita. L’uomo sa solo che ha di fronte a sé Gesù, e Lui sa! Un bambino piccolo non conosce la strada di casa sua, ma sa e ha la certezza che suo padre la conosce meglio di chiunque altro.

Non fa domande, si fida, tra le braccia di suo padre riposa sicuro, certo che arriverà a casa. <<VEGLIATE!>>.

Dall’uomo è richiesta l’attenzione: se il bimbo dorme sempre, non imparerà mai la strada di casa.

Se l’uomo dorme, dimentica che la sua vera casa è il Cielo.

Nell’attesa, restiamo al nostro posto, non prendiamo iniziative personali, viviamo bene la nostra vocazione e fidiamoci!

Egli ha detto: IO SONO LA VIA

NON CI RESTA CHE IMPARARLA

Raggio di Luce Attiva | 144000raggidiluceattiva

WELCOME IN 144000RAGGIDILUCEATTIVA‼️

SIAMO RIEMERSI DALLE PIEGHE DEL TEMPO PER PROIETTARTI NEL FUTURO