SIMBOLI MASSONICI NEI ROSARI VENDUTI AI FEDELI

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è Schermata-2020-06-30-alle-09.56.40.png

di Matteo Maria Donati

Scorrendo casualmente qualche giorno fa qualche video di Youtube mi sono imbattuto in un video del settimanale Vade Retro, rubrica di approfondimento in onda fino a qualche anno fa su TV 2000, diretta dal noto giornalista David Murgia, uno dei migliori nel campo, dal mio punto di vista.

In una puntata del programma [1] David Murgia si reca da inviato a Camposampiero, un paesino di poco più di 12.000 abitanti, nella provincia di Padova. Qui, nella parrocchia di San Marco Evangelista accade una cosa insolita: un parroco, don Bruno, brucia o fa bruciare dal suo sacrestano dei rosari di plastica.

LEGGI QUI L’ARTICOLO COMPLETO

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è b4246265-d08d-4a57-b53c-1fce9de28699.jpg

[1] MSMA, 24 marzo 2012 massoneria e rosari massonici, 24 marzo 2012, <https://youtu.be/KGZd-RiKWjE>, 12 Giugno 2020.